Penale

L'appello per la riduzione della pena non investe le circostanze

Francesco Machina Grifeo

«La rinuncia a tutti i motivi di appello ad esclusione soltanto di quello riguardante la misura della pena deve ritenersi comprensiva anche di quei motivi attraverso i quali l'appellante ha richiesto il riconoscimento di circostanze attenuanti» (e anche quelli concernenti la recidiva). Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 30 novembre 2016 n. 50750, dichiarando infondato il ricorso di un uomo condannato a sette anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di droga ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?