Penale

Custodia cautelare in carcere per il proselitismo in rete pro-Isis

di Patrizia Maciocchi

E’ giustificata la custodia cautelare in carcere per il cittadino marocchino che attraverso Facebook indottrina ai principi dell’Isis e incita a compiere atti terroristici. La Cassazione, con la sentenza 46178, respinge il ricorso della difesa dell’uomo contro la decisione del Tribunale di confermare la misura cautelare più restrittiva. Il provvedimento era seguito alle indagini compiute dalla Digos e da alcune questure, che avevano monitorato la rete Internet in quanto luogo di reclutamento e affiliazione a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?