Penale

Col rito abbreviato, alla sentenza d’appello ampi margini per ribaltare il giudizio

di Alessandro Galimberti

milano Il giudice d’appello può ribaltare la sentenza di assoluzione di primo grado senza obbligo di rinnovazione del dibattimento, a condizione che l’imputato avesse scelto in origine il rito abbreviato non condizionato. Con una lunga motivazione, la Terza sezione penale (sentenza 43242 /16, depositata ieri) completa - solo apparentemente in contraddizione - la decisione del 6 luglio scorso delle Sezioni Unite (27620) sui poteri di riforma dell’appello. Il caso analizzato riguarda un processo per violenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?