Penale

Calunnia per chi denuncia il furto dell'assegno dopo averlo consegnato

Francesco Machina Grifeo

Risponde del reato di calunnia chi denuncia il furto o lo smarrimento di un assegno dopo averlo consegnato al prenditore. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 26 settembre 2016 n. 40021, confermando il giudizio della Corte di appello e dichiarando inammissibile il ricorso dell'imputato. Il giudice di secondo grado di Genova ha ritenuto provata la responsabilità del ricorrente per il reato previsto dall'articolo 368 del codice penaleper aver falsamente denunciato alle forze di Polizia lo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?