Penale

Il ritardo ingiustificato del medico di guardia è reato

di Andrea A. Moramarco

Commette il reato di interruzione di pubblico servizio il medico del servizio di guardia medica che arriva in notevole ritardo in ambulatorio, senza che si nomini immediatamente un sostituto o si dia tempestiva informazione all’Asl. Confermata dunque la condanna per un dottore che, senza comunicare eventuali impedimenti né alle autorità locali né al proprio direttore sanitario, si era presentato con più di tre ore di ritardo con molti pazienti in attesa. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?