Penale

Patrocinio infedele solo se il cliente subisce un danno

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di astensione del difensore dall’attività processuale per la quale il legale aveva ricevuto il mandato, non è configurabile il reato di patrocinio infedele se non vi è la prova del nocumento per gli interessi del cliente, che sia derivato da tale condotta inadempiente. Questo è quanto si desume dalla sentenza 3051/2016 della Corte d’appello di Napoli. I fatti - Protagonista della vicenda è un avvocato che aveva ricevuto l’incarico di difendere gli interessi dei ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?