Penale

Non è reato raccogliere scommesse per l'allibratore straniero senza concessione

Francesco Machina Grifeo

Non scatta il reato di esercizio abusivo dell'attività di gioco o scommessa per l'operatore italiano che agisca per conto di un allibratore straniero privo della prescritta licenza per non aver partecipato alla gara bandita nel 2012 con regole giudicate dalla Corte Ue non conformi ai principi di diritto dell'Unione . Lo ha stabilito il Tribunale di Genova, con la sentenza n. 1355 del 4 marzo 2016, accogliendo il ricorso di un uomo imputato del reato previsto dalla legge 401/1989, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?