Penale

TRUFFA - Cassazione n. 24768

Il momento consumativo della truffa coincide con il conseguimento del possesso a cagione dell'inganno e quale diretta conseguenza di esso (possesso immediato della res o del denaro a vantaggio dell'agente); il peculato presuppone, invece, il legittimo possesso del denaro o della res che l'agente successivamente fa propri, quindi in quest'ultima fattispecie l'agente non e' costretto ad alcun artificio o raggiro per ottenere il trasferimento nella sua materiale responsabilità dei beni di cui dovrebbe disporre solo per ragioni d'ufficio. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?