Penale

Datore condannato per estorsione se ricatta i lavoratori con il rischio licenziamento

Giampaolo Piagnerelli

Estorsione a carico del datore di lavoro che prospetti ai propri dipendenti il licenziamento in caso di mancata accettazione di condizioni capestro da lui dettate. E nel caso - precisa la Cassazione con la sentenza n. 18727/16 - erano scelte obbligate che andavano sicuramente a intaccare la dignità e il rispetto dei diritti più elementari di un lavoratore. Le condizioni prospettate ai lavoratori - L'assunzione, infatti, avveniva solo a condizione di firmare una lettera in bianco di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?