Penale

Particolare tenuità per il writer che disegna sulla facciata di un palazzo

Francesco Machina Grifeo

La «particolare tenuità del fatto» salva l'artista di strada dal reato di «imbrattamento di cose altrui» per aver disegnato con lo spray la facciata di un palazzo già deturpato da altre scritte. Lo ha stabilito laCorte di cassazione, sentenza 16371/2016, dando ragione al writer e così respingendo per la terza volta l'azione della procura. In primo grado, il graffitaro era stato imputato per il delitto previsto dall'articolo 639, comma 2, del codice penale «per avere imbrattato un muro posto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?