Penale

Reato costringere all’interruzione di una gravidanza

di Andrea A. Moramarco

Il partner che, armato di un coltello e di una lametta, costringe la sua compagna ad autolesionarsi per procurarsi in tal modo una interruzione della gravidanza, proferendo espressioni intimidatorie nei suoi confronti e spingendola per terra, commette il reato di violenza privata. Tale condotta intimidatoria, infatti, è idonea a incutere timore e suscitare la preoccupazione per la vittima di un danno ingiusto. Corte d'Appello Roma - Sezione I penale - Sentenza 8 febbraio 2016 n. 629 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?