Penale

Remissione in termini: per la tempestività vale la data di spedizione della domanda

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La tempestività della domanda di remissione in termini va valutata rispetto alla data in cui la raccomandata è stata spedita e non al giorno in cui l'Ufficio l'ha ricevuta. La Corte di cassazione (Sezione V – Sentenza 24 marzo 2016 n.12529) pur consapevole dell'indirizzo di segno opposto, abbraccia la tesi più favorevole al ricorrente che si era affidato al servizio postale nell'ultimo giorno utile. Secondo la Cassazione, infatti, il notificante non può rispondere di eventuali disguidi o ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?