Penale

Scatta la remissione per il querelante avvisato che non si presenta in udienza

Francesco Machina Grifeo

La mancata comparizione in udienza del querelante, previamente ed espressamente avvisato che la sua assenza sarà interpretata come abbandono dell'istanza di punizione, integra la remissione tacita della querela. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 22 marzo 2016 n. 12186, affermando comunque che si tratta di una remissione extraprocessuale: «trattandosi di condotta (omissiva) posta in essere da un soggetto che non riveste la qualità di “parte in senso tecnico”» ed alla cui inerzia dunque «non può ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?