Penale

La fusione non evita la sanzione per tangenti alla società incorporata

di Giovanni Negri

La fusione non salva la società incorporante dalla sanzione per corruzione internazionale. È stata così confermata la misura amministrativa pecuniaria di 600mila euro e la confisca di 24 milioni a carico di Saipem. La soma rappresenta la quota nei 182 milioni di tangenti pagate dal consorzio internazionale Tskj del quale Snamprogetti Netherlands Bv (incorporata in Saipem nel 2008) faceva parte. Sin dal momento della costituzione della joint venture, nel 1994, e sino al 20004, secondo i giudici, era cominciata ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?