Penale

Ricorso straordinario per errore di fatto

a cura della Redazione di Plus Plus24 Diritto

Impugnazioni - Ricorso in Cassazione - Ricorso straordinario per errore di fatto - Imputato condannato solo agli effetti civili – Legittimazione.
È legittimato alla proposizione del ricorso straordinario, a norma dell'articolo 625-bis, cod. roc. pen. , anche l'imputato condannato al solo risarcimento dei danni in favore della parte civile, il quale prospetti un errore di fatto nella decisione della Corte di cassazione relativamente al capo concernente le statuizioni civili, a condizione che la pronuncia abbia un contenuto specificamente idoneo a radicare, in capo al ricorrente, la qualifica soggettiva di "condannato".
• Corte cassazione, sezione III, ordinanza 10 novembre 2015 n. 45031


Impugnazioni - Ricorso in Cassazione - Ricorso straordinario per errore di fatto - Persona offesa - Legittimazione - Esclusione.
Il ricorso straordinario per errore di fatto è consentito esclusivamente in favore del condannato poiché tale rimedio è esperibile contro una decisione della Corte di cassazione solo quando questa, rigettando o dichiarando inammissibile il ricorso, renda definitiva una sentenza di condanna, sicché la persona offesa è soggetto non legittimato a proporre tale impugnazione.
• Corte cassazione, sezione VI, sentenza 3 gennaio 2014 n. 91


Impugnazioni - Ricorso in Cassazione - Ricorso straordinario per errore di fatto - Imputato condannato solo agli effetti civili - Legittimazione - Sussistenza.
È legittimato alla proposizione del ricorso straordinario, a norma dell'articolo 625 -bis, cod. proc. pen. , anche l'imputato che risulti condannato al risarcimento dei danni in favore della parte civile, per errore di fatto prodottosi nella decisione della Corte di cassazione.
• Corte cassazione, sezione VI, sentenza 9 luglio 2010 n. 26485


Impugnazioni - Ricorso in Cassazione - Ricorso straordinario per errore materiale o di fatto - Decisioni avverso le quali è ammesso ricorrere.
È inammissibile il ricorso straordinario per errore materiale o di fatto avverso un'ordinanza della Corte di cassazione che ha dichiarato l'inammissibilità' di un ricorso proposto dall'imputato nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di non luogo a procedere per essere il reato estinto per prescrizione del reato, essendo il citato rimedio previsto unicamente a favore del condannato.
• Corte cassazione, sezione I, sentenza 10 luglio 2008 n. 23150


© RIPRODUZIONE RISERVATA