Penale

Banca incorporante salva se dimostrata la buona fede

di Alessandro Galimberti

L’estensione del sequestro preventivo alla società incorporante in un’ipotesi di market abuse è tecnicamente possibile, ma non può essere eseguito sulla base del semplice automatismo civilistico (articolo 2504 bis del codice civile). Al giudice penale spetta infatti sempre la prova della (mancata) buona fede dell’incorporante e del vantaggio derivato allo stesso dall’operazione illecita commessa dall’incorporato. La Cassazione - Quinta penale, sentenza 4064/16 depositata ieri - torna sull’inchiesta della magistratura di Bologna per un’ipotesi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?