Penale

Aggravante della transnazionalità applicabile ai reati-fine commessi da esponenti di un'associazione criminale

di Giuseppe Amato

La circostanza aggravante speciale della transnazionalità prevista dall'articolo 4 della legge 16 marzo 2006 n. 146 può applicarsi anche ai reati-fine consumati, integralmente o in parte, da appartenenti a un'associazione per delinquere pur se rispetto a quest'ultima l'aggravante non sia configurabile identificandosi il gruppo criminale transnazionale con tale associazione (sezioni Unite, 31 gennaio 2013, Adami). Lo ha ribadito la Corte di cassazione con la sentenza n. 47217/2015 emessa dalla sesta sezione penale. Il precedente della ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?