Penale

Il credo religioso non evita lo spaccio

di Andrea Moramarco

Il reato di detenzione di stupefacenti per spaccio scatta anche se si giustifica il possesso dell’ hashish con l’appartenenza alla religione «rastafariana», per la quale l’utilizzo della marijuana a fini meditativi è un fatto assolutamente normale. La Corte d’appello ha confermato la condanna per due uomini che avevano dichiarato di aderire a tale fede, perché l’appartenenza non era stata dichiarata nell’interrogatorio di garanzia e inoltre è noto che i rastafariani utilizzano ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?