Penale

Il codice assegnato va rispettato

di Andrea Alberto Moramarco

Interruzione di pubblico servizio per chi, reagendo all’assegnazione di un «codice verde», aggredisce il medico del pronto soccorso costringendolo ad interrompere la propria attività e a farsi sostituire da un altro medico. L’attività prestata presso il pronto soccorso, infatti, è connotata da profili di urgenza e ogni ritardo anche minimo assume rilevanza penale, oltre ad essere pericoloso per la salute dei pazienti.

Corte d’appello di Palermo - Sezione III penale - Sentenza 1 luglio 2015 n. 2603


© RIPRODUZIONE RISERVATA