Penale

Le aggravanti dei motivi futili e abietti sono diverse e non possono coesistere

di Giuseppe Amato

Anche se accomunate nella formulazione dell'articolo 61, numero 1, del Cp , le aggravanti del motivo futile e del motivo abietto sono concettualmente diverse, come indicato dalla disgiuntiva “o” utilizzata nella norma. Ne deriva che difficilmente le due aggravanti possono coesistere e quindi, laddove contestualmente contestate, possono essere entrambe ravvisate solo in presenza di una adeguata motivazione. Questo il principio dei giudici della prima sezione penale della Cassazione con la sentenza n. 39358 del 2015. L’annullamento con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?