Penale

Violenza privata usare You Tube come arma di ricatto

di Enrico Bronzo

Mano pesante della Corte di cassazione nei confronti di chi usa You Tube come arma di ricatto con la minaccia di pubblicare video sexy. La Suprema corte, con la sentenza numero 40356 depositata ieri, ha ricordato che «nel reato di illecito trattamento di dati personali, il nocumento per la persona offesa, che nella fattispecie si configurava come circostanza aggravante, rende la figura criminosa inquadrabile nella categoria dei reati di danno e non più di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?