Penale

Il materiale giornalistico può essere sequestrato solo ai fini dell'accertamento della notizia di reato

di Giuseppe Amato

Il sequestro probatorio della memoria del personal computer di un giornalista che ha opposto il segreto professionale è consentito solo se sussiste l'infondatezza del segreto e la necessità dell'acquisizione risulta indispensabile per l'indagine. Ma allo stesso tempo, l'attività investigativa deve essere condotta in modo da non compromettere il diritto del giornalista alla riservatezza della corrispondenza e delle proprie fonti. Lo ha stabilito la Suprema corte con la sentenza n. 24617 depositata lo scorso 10 giugno. La norma ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?