Penale

La messa alla prova dell'imputato va accolta anche senza la confessione

Giampaolo Piagnerelli

«La confessione da parte del richiedente del fatto oggetto dell'imputazione non integra un requisito della sospensione del procedimento con messa alla prova». Questo il principio di diritto espresso dalla Cassazione con la sentenza n. 24011/2015 . Sul tavolo della Corte è finita una vicenda in cui il Tribunale di Brescia - pur riconoscendo nei confronti dell'imputato la possibilità (in relazione alla pena da espiare) di ottenere il beneficio della emessa alla prova - tuttavia, tale misura non doveva essere ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?