Penale

Niente appropriazione indebita per l’assegnatario delle spese legali che non le consegna all'avvocato

Giampaolo Piagnerelli

La parte vincitrice di una causa civile nei cui confronti il giudice ha liquidato la somma a titolo di spese legali e che si rifiuti di consegnarla al proprio avvocato non è imputabile del reato di appropriazione indebita. Lo precisa la Cassazione con la sentenza n. 20606/2015 . La Corte ha precisato quali sono gli elementi che caratterizzano il delitto previsto dall'articolo 646 del cp. Condizioni per integrare il reato - E in particolare occorre che: ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?