Penale

Legittimo impedimento per l'avvocato che assiste la moglie malata oncologica

Francesco Machina Grifeo

La necessità di «accompagnare ed assistere» la moglie ricoverata presso un centro oncologico è causa di legittimo impedimento a comparire in udienza per l'avvocato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza n. 18069/2015 , chiarendo che l'assoluta impossibilità a comparire del difensore non va intesa unicamente sotto il profilo materiale ma anche «umano e morale». Al contrario, in un procedimento per guida senza patente, il Gip aveva ritenuto «non assoluto» l'impedimento, evidentemente alludendo alla possibilità che ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?