Penale

Materiale pedopornografico, il download di files non integra la divulgazione

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il reato di divulgazione di materiale pedopornografico, richiede per la sua configurabilità il dolo diretto, consistente nella effettiva volontà dell'agente di diffondere il materiale detenuto. Tale dolo deve risultare da elementi precisi e non può ricavarsi automaticamente dal semplice fatto che risultino condivisi files con altri utenti: i programmi utilizzati per il download consentono, infatti, l'upload a terzi di tali files senza una precisa volontà in tal senso da parte di chi li detiene. Questo è quanto emerge dalla ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?