Penale

La Corte dei diritti dell’uomo: «L’irruzione alla Diaz fu tortura»

di Donatella Stasio

Fu «tortura». La Corte dei diritti dell’uomo non esita a definire così le violenze consumate nella scuola Diaz, durante il G8 di Genova del 2001, da alcuni agenti della polizia, rimasti «sconosciuti» e «impuniti». All’unanimità, i giudici di Strasburgo hanno stigmatizzato la «risposta inadeguata» dello Stato italiano sia perché gli agenti che potevano essere «implicati negli atti di tortura non sono mai stati identificati» sia perché «la polizia italiana ha impunemente rifiutato alle autorità competenti la necessaria collaborazione» per ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?