Penale

Bancarotta, sequestro preventivo allargato per la finta licenza d'uso del marchio

di Francesco Machina Grifeo

Qualora dietro un accordo temporaneo di «licenza d'uso di un marchio», si celi una vera e propria «cessione di ramo d'azienda» allo scopo di sottrarre risorse alla società cedente prossima al fallimento, è legittimo il sequestro preventivo di quote dell'azienda cessionaria. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza n. 10437/2015 , rigettando il ricorso del legale rappresentate della società, e confermando la sussistenza dei gravi indizi del reato di bancarotta. Il caso - Per il Tribunale di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?