Penale

Critica anche provocatoria sull'esercizio del potere pubblico

di Carlo Melzi d’Eril e Giulio Enea Vigevani

Con sentenza n. 5695 del 6 febbraio 2015, la prima sezione penale della Cassazione ha stabilito che la critica a un uomo pubblico, in particolare quando gestisce denaro della collettività, ha margini molto ampi, purché il fatto da cui si prende spunto sia vero. Questo è il messaggio più interessante che emerge da una pronuncia che pone fine, con l’annullamento senza rinvio, all’odissea di un procedimento cautelare, relativo al sequestro di un articolo on-line, durato quasi due anni ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?