Penale

Alberto Stasi, c’è la condanna ma la partita non è chiusa

di Caterina Malavenda

Al quarto passaggio processuale, l’accusa mette a segno il colpo che inseguiva da anni e ottiene la condanna di Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi, anche se la Corte d’assise d’appello di Milano ha dimezzato la pena, richiesta dal Procuratore generale: 30 anni di reclusione, che diventano 16, grazie all’esclusione dell’aggravante contestata, avere agito con crudeltà, e alla riduzione di un terzo della pena base – 24 anni per omicidio “semplice” - che deriva dalla scelta del giudizio ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?