Penale

Voto di scambio: nel patto anche la forza del clan

di Patrizia Maciocchi

Per punire il candidato che fa un patto con la mafia per farsi procacciare dei voti è necessario dimostrare che nell'accordo sono entrate anche le modalità di accaparramento dei consensi con l'impegno dei criminali, se serve, a fare ricorso alla forza intimidatrice del clan. Un elemento in più richiesto dal nuovo articolo 416-ter ridisegnato dalla legge 62 del 2014 sul voto di scambio, che va certamente a favore degli imputati, a cominciare dal ricorrente, parte nella sentenza analizzata dalla ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?