Penale

Dolo generico nella bancarotta per distrazione

di Enrico Bronzo

La Corte di cassazione (con la sentenza 34505/2014) ha ribadito che la bancarotta fraudolenta per distrazione, a differenza di un'isolata posizione giurisprudenziale espressa con la sentenza 47502/12, è un reato di pericolo a dolo generico per la cui sussistenza non è necessario che l'agente abbia consapevolezza dello stato di insolvenza dell'impresa, né che abbia agito allo scopo di recare pregiudizio ai creditori. Il caso non è stato dunque rinviato alle Sezioni unite come richiesto dal ricorrente. La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?