Penale

Notai, la condanna per peculato non ferma il procedimento per falso

La condanna per peculato non lo salva il notaio dal procedimento per falso in atto pubblico nel caso in cui abbia attestato falsamente una serie di fatti nella procedura di autoliquidazione delle imposte. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la pronuncia 30512/2015, accogliendo il ricorso del Pg di Orvieto contro la sentenza che aveva assolto il professionista, e chiarendo che le due fattispecie - peculato e falso - tutelano beni diversi, per cui non si applica ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?