Penale

Nessun margine di discrezionalità del giudice nel concedere la scarcerazione per reati puniti con meno di 3 anni

di Giovanni Negri

Scarcerazione obbligatoria. Senza spazi di discrezionalità da parte del giudice. Non ci sono margini di manovra nell'applicazione del decreto legge sull'impossibilità di applicare la misura della custodia cautelare in carcere se il giudice ritiene che, all'esito del giudizio, la pena detentiva da eseguire non sarà superiore a 3 anni. La disposizione da pochi giorni in vigore è prevista dall'articolo 8 del decreto legge 26 giugno 2014 n. 92 che ha modificato l'articolo 2 bis dell'articolo 275 del Codice di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?