Penale

La natura dell'arma decide il titolo per il possesso e la condotta criminosa

Giulia Laddaga

Con due recenti sentenze, la Suprema Corte è tornata ad occuparsi di armi e di relativo porto legittimo. In entrambe le vicende, la Corte afferma la necessità di un esame della natura dell'arma stessa, al fine di poter rintracciare la licenza necessaria per il relativo legittimo possesso/porto. In particolare, la Cassazione con la pronuncia n. 18150 si è occupata di armi da sparo (la c.d. "pistola-fuciletto"), mentre con la n. 19927 si è occupata più in generale della ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?