Penale

Confisca per mafia, banca tutelata se il credito è in buona fede

di Alessandro Galimberti

Tutela ampia per gli istituti bancari che hanno concesso crediti su beni successivamente confiscati per mafia (confisca allargata). La Corte di Cassazione (prima penale, sentenza n. 26527/14 depositata ieri) fornisce un'interpretazione estensiva della legge di stabilità 2013 (n.228/12, articolo 1, comma 194) equiparando gli effetti del procedimento «di prevenzione» mafiosa a quelli «penali». In sostanza, il creditore di buona fede dovrà vedersi riconosciuto, anche all'esito del processo di merito, il 70% dell'ammontare del valore dell'ipoteca. I fatti da ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?