Penale

Morte sul lavoro, danni morali e patrimoniali da risarcire anche al convivente

Francesco Machina Grifeo

Fonte: Guida al Diritto In caso di morte sul lavoro, dovuta alla responsabilità del datore, i danni morali e patrimoniali possono essere riconosciuti anche al convivente della vittima del reato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 19487/2014 , respingendo il ricorso contro la condanna per cooperazione in omicidio colposo comminata al direttore tecnico (e responsabile di cantiere) e al rappresentante legale di due diverse imprese, legate tra loro da un rapporto di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?