Penale

Danni morali alla convivente della vittima

Enrico Bronzo

I danni morali possono essere riconosciuti anche alla convivente della vittima del reato. Così la Corte di cassazione con la sentenza 19487 depositata ieri, dopo la riunione in camera di consiglio del 5 novembre 2013. La vicenda trae origine dalla morte in cantiere di un operaio investito da un treno. La risarcibilità del danno, sia patrimoniale sia morale, da tempo è stata estesa anche ai conviventi della vittima (Cassazione 3790/94 e 33305/02). Questo il principio reso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?