Penale

Riciclaggio, contro il professionista prova rafforzata

Alessandro Galimberti

Il professionista incaricato di creare società estere di comodo non risponde di riciclaggio se non viene dimostrata l'esistenza del reato presupposto contestato dalla Procura, oltre alla piena consapevolezza dell'origine delittuosa del denaro ricollocato.Con una lunga motivazione (sentenza 7795/14 ) la seconda penale della Cassazione ha chiuso un altro capitolo della spy story Telecom (caso Cipriani/Mancini/Tavaroli) annullando definitivamente la condanna del commercialista milanese ideatore delle triangolazioni tra Svizzera, Gran Bretagna, Lussemburgo, Principato di Monaco e ritorno. Con questa complessa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?