Penale

Anche un reato grave non porta necessariamente all'esclusione dall'Ordine

Giovanni Negri

Non basta una condanna penale, anche per un reato assai grave, per giustificare da sola la cancellazione del professionista dall'Albo. Al punto che il medico, al quale è stata inflitta una condanna per violenza sessuale, non può essere escluso dall'Albo, in assenza di una puntuale e dettagliata verifica funzionale sulla portata interdittiva della misura per lo svolgimento della professione. Lo afferma la Cassazione con la sentenza n. 1171 della Seconda sezione civile depositata lo scorso 21 gennaio. La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?