Penale

Lottizzazione abusiva, al notaio spetta il controllo documentale

Andrea Alberto Moramarco

Fonte: Guida al Diritto Nel reato di lottizzazione abusiva, la buona fede dell’acquirente non può desumersi per il solo fatto che questi si sia rivolto ad un notaio quale pubblico ufficiale rogante, in quanto l’intervento di quest’ultimo non assicura una «ripulitura giuridica» della originaria illegalità dell'immobile abusivo. Il notaio deve adoperarsi affinché l'atto non nasca invalido o invalidabile: in qualità di privato esercente pubbliche funzioni, egli deve svolgere una rigorosa funzione di controllo documentale, dovendo tutelare ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?