Penale

Difensore, valido il conferimento dell’incarico se la volontà è chiara

Fonte: Guida al Diritto Ciò che rileva «nell’atto di conferimento dell’incarico al difensore, tanto per l’imputato (ex articolo 96 ) quanto per la parte privata non imputato (ex articolo 100 ), è la chiara manifestazione di volontà con l’individuazione della specifica procedura per la quale ciò avviene e degli elementi identificativi del professionista». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 1286/2014, annullando l’ordinanza con cui il tribunale di Catanzaro aveva dichiarato inammissibile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?