Penale

Sì alla custodia cautelare in carcere se serve a interrompere l’attività criminosa

Fonte: Guida al Diritto Nella motivazione della custodia cautelare in carcere il giudice non è tenuto a spiegare perché le misure alternative siano inadeguate, essendo sufficiente un giudizio sulla idoneità della reclusione ad interrompere i rapporti con il mondo criminale. Lo ha chiarito la Corte di cassazione, con la sentenza 130/2014 , rigettando il ricorso di un uomo di 32 anni indagato in un procedimento per spaccio che aveva chiesto di essere affidato ad ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?