Professione

Appropriazione indebita per il legale che trattiene le somme del cliente

Fonte: Guida al Diritto Commette il reato di appropriazione indebita il legale che all’esito della causa civile trattiene le somme che spettano al suo cliente con la giustificazione che questo gli doveva del denaro a titolo di compenso professionale. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 47410/2013, respingendo il ricorso del legale. Secondo gli ermellini, come del resto già rilevato dalla Corte di appello di Palermo, il fatto che il legale "potesse in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?