Penale

Il sequestro preventivo non può mai superare il profitto del reato

Fonte: Guida al Diritto Nel sequestro preventivo, il giudizio di corrispondenza tra il valore dei beni oggetto della confisca e l’entità del profitto o del prezzo del reato dev’essere effettuato già nella fase cautelare, non potendosi ottenere con il provvedimento cautelare più di quanto si può conseguire con il provvedimento definitivo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 47066/2013, annullando una ordinanza del tribunale di Genova che aveva "illegittimamente disposto il sequestro preventivo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?