Parlamento e giustizia

Nuovo registro per le opere girate con fondi pubblici

di Luciano Daffarra

Le opere cinematografiche e audiovisive di nazionalità italiana andranno iscritte in un registro tenuto dal ministero del Beni culturali se vorranno godere del regime di pubblicità notizia previsto dall’articolo 103 della legge sul diritto d’autore se hanno ottenuto contributi pubblici, nazionali o Ue. Lo prevede l’articolo 32 della legge sul cinema, approvata definitivamente il 3 novembre, che istituisce un registro in sostituzione di quello attualmente tenuto dalla Siae (il Prc). Il registro diventerà operativo con un Dpcm, da emanare ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?