Parlamento e giustizia

Niente abbreviato per delitti gravi

di Enrico Bronzo

L’aula della Camera, a larga maggioranza con 269 voti a favore, 27 contrari e con l’astensione dei deputati M5s, ha approvato le nuove norme sul processo abbreviato che ne escludono l’utilizzazione per i reati più gravi tassativamente indicati dalla legge. La nuova legge passa ora al Senato. Due le conseguenze della modifica all’articolo 438 del Codice di procedura penale. Inannzitutto il rito abbreviato viene espressamente escluso per alcuni reati di sangue o di particolare gravità. L’elenco è ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?