Parlamento e giustizia

Sì al Ddl anticorruzione, pene più severe

di Donatella Stasio

«È arrivato Godot!». Cita Beckett, Piero Grasso, «felice» per l’approvazione definitiva della legge anticorruzione, che porterà il suo nome perché nasce dal suo primo, e unico, Ddl presentato a Palazzo Madama all’inizio della legislatura, prima di essere eletto presidente del Senato. Sia pure in una versione riveduta e corretta dal Parlamento e dal governo, quel testo ha tagliato ieri il traguardo in un’Aula poco affollata (i presenti erano poco più del numero legale), con 280 sì, 11 astenuti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?