Tributario

L'impugnazione del diniego all'interpello antielusivo non è obbligatoria

di Laura Ambrosi

Il contribuente ha la facoltà e non l'obbligo di impugnare il diniego all'interpello antielusivo, lasciandogli così la scelta di attendere l'eventuale provvedimento emesso dall'ufficio. Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con la sentenza n. 11929 depositata il 28 maggio 2014. Una società presentava un'istanza di interpello ai sensi dell'articolo 37 bis del Dpr 600/73, con la quale chiedeva di poter riportare perdite proprie e delle società incorporate.L'ufficio, emettendo apposito provvedimento, confermava tale possibilità ma solo a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?