Tributario

Niente raddoppio a tempo scaduto

Rosanna Acierno

Fonte: Il Sole 24 Ore del lunedì Niente raddoppio dei termini per l'accertamento emesso a tempo ormai scaduto. Una diversa interpretazione, infatti, esporrebbe i contribuenti alla possibilità di essere sottoposti ad accertamento anche molto tempo dopo il termine ordinario dei quattro anni dalla data di presentazione della dichiarazione dei redditi o dei cinque anni dalla data in cui la stessa andava presentata. È la principale conclusione della sentenza 382/29/2014 della Ctr Lombardia . La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?